Lettera del Presidente e del Group Ceo

Chiudiamo il 2016 con ottimi risultati. Lo sono per quanto riguarda l’andamento del business e le ottime performance tecniche assicurative, la solidità patrimoniale e, in particolare, per il nuovo indirizzo strategico che ha avviato un turnaround industriale destinato a cambiare il Gruppo in poco tempo. Generali chiude l’anno con un risultato operativo record pari a € 4,8 miliardi e con un utile di oltre € 2 miliardi, il RoE è al 13,5% e l’Economic Solvency Ratio è pari al 194%. Sono risultati ancora più rilevanti perché raggiunti in un contesto complesso, segnato da un lato dall’elevata volatilità dei mercati e da bassi tassi di interesse, elementi che presentano sempre impatti profondi sul nostro settore, dall’altro, dal verificarsi di eventi geopolitici straordinari, in alcuni casi difficilmente prevedibili. A questo va aggiunto il brusco cambio del paradigma tecnologico legato all’utilizzo dei big data, e l’evoluzione della normativa regolatoria, sempre più stringente.

Il Gruppo è pronto ad affrontare questo scenario impegnativo attraverso una strategia mirata. Il nuovo piano presentato al mercato traccia le direttrici del nostro sviluppo: le Generali puntano all’eccellenza tecnica e operativa in tutti gli ambiti e in tutti i mercati in cui sono presenti. Misureremo il nostro successo non in base alla dimensione ma ai profitti che generiamo. Miglioreremo ulteriormente la nostra performance operativa e creeremo valore a lungo termine. Aumenteremo la nostra efficienza incrementando la produttività e ottimizzeremo la nostra presenza geografica, reinvestendo nei mercati a più alto potenziale. Rafforzeremo il vantaggio competitivo nel vita e nel danni, sia per la performance tecnica sia per la redditività. E per quanto riguarda le esigenze dei nostri clienti e delle nostre reti distributive, faremo leva sulla nostra capacità di innovazione e sulla forza del nostro brand, il Leone alato.

Faremo tutto questo avendo confermato obiettivi finanziari al 2018 davvero ambiziosi: oltre € 7 miliardi di generazione di cassa, più di € 5 miliardi di dividendi e un Operating RoE medio superiore al 13%. Lo faremo aumentando la nostra velocità di esecuzione e utilizzando intensivamente la tecnologia e l’innovazione, condizioni essenziali per vincere la partita della competitività nel settore assicurativo, che si conferma uno dei più importanti e vitali per la crescita e il benessere delle società moderne.

Il nostro rafforzamento non conferma solo una leadership industriale: le Generali puntano a essere un punto di riferimento globale anche per la responsabilità sociale d’impresa, interpretando al meglio quel ruolo di corporate citizen caratteristico della missione assicurativa: proteggere, prevenire, gestire il rischio, adottare sempre una visione di lungo periodo. Sono le coordinate che guidano le nostre iniziative in tutto il mondo per la sostenibilità e la creazione di valore condiviso.

Anche quest’anno, e come sempre, condividiamo l’orgoglio dei nostri risultati con le decine di migliaia di dipendenti, distributori e collaboratori del Gruppo, a cui va il nostro ringraziamento. Sono loro la nostra forza e la nostra vera ragione di ottimismo per il futuro delle Generali..







 

Gabriele Galateri di Genola                                                       Philippe Donnet